Promozioni
Notizie Flash
Il Consulente Sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri edili.

La formazione e l'attività professionale.

Per iniziare un corso in FaD integrata

chiamare il 339.7626301

o contattaci via mail

Corsi integrati
Formazione a Distanza Integrata
Siti Correlati
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
CORSI E AGGIORNAMENTI PER COORDINATORI
2 PARTE

“ Il riferimento alla formazione del coordinatore per la progettazione e per l'esecuzione dei lavori è, invece, il Titolo IV art. 98 del TUSL. In particolare, tale articolo corrisponde all'art. 10 del D.Lgs. n. 494/1996 con le opportune modifiche del caso. Dunque, l'articolato stesso non prevede nulla per quanto riguarda i corsi di aggiornamento del coordinatore e, non facendo riferimento ad alcun accordo, non stabilisce neanche le modalità di svolgimento del corso (cosa di per sé anomala in quanto sarebbe stato più corretto rimettere questo ad un accordo da rinnovare, come per gli accordi n. 221 e 223 del 2011), che tenga in considerazione l'evoluzione tecnologica).
Nonostante è falso affermare che il corso di aggiornamento per coordinatori non si può erogare in modalità e-lerning, in quanto la legge non lo vieta.”
Qui di seguito
Inoltre, parlando con diversi ispettori delle ASL, si riscontra che le sanzioni vengono applicate esclusivamente in base al dettato degli articoli del D.Lgs. 81/08; pertanto, se non è presente nessuna specifica sulla modalità di erogazione della formazione, e in particolare sull'aggiornamento dei coordinatori, gli stessi ispettori non sanzioneranno mai nè l'e-learning nè la videoconferenza. Anzi, in mancanza di espressa previsione normativa, dovranno rifarsi per analogia ( metodologia imposta dalla Giurisprudenza del lavoro quando c’èvacatio legis ) alle metodologie usate per altre situazioni invece già disciplinate, come ad esempio i corsi per RSPP.
Per gli stessi ispettori, quindi, è automatico associare la legittimità dell’e-learning per l’RSPP ai corsi di aggiornamento sicurezza, e considerare quindi leciti sia gli uni che gli altri, e quindi non sanzionabili.

CORSI E AGGIORNAMENTI PER COORDINATORI
VALIDITA' FAD INTEGRATA

La formazione per i coordinatori della sicurezza è disciplinata dall’allegato XIV del D. Lgs. 81/08, dove si specificano le seguenti modalità ( estrapolato dall’allegato):
“ La presenza ai corsi di formazione deve essere garantita almeno nella misura del 90%. Il numero massimo di partecipanti per ogni corso è fissato a 60 per la PARTE TEORICA e a 30 per la PARTE PRATICA.
E’ inoltre previsto l’obbligo di aggiornamento a cadenza quinquennale della durata complessiva di 40 ore, da effettuare anche per mezzo di diversi moduli nell’arco del quinquennio. L’aggiornamento può essere svolto anche attraverso la partecipazione a convegni o seminari con un numero massimo di 100 partecipanti. Per coloro che hanno conseguito l’attestato prima dell’entrata in vigore del presente decreto, l’obbligo di aggiornamento decorre dalla data di entrata in vigore del medesimo decreto”.
Come si evince, non si specifica la modalità di erogazione corsi. La logica legislativa in ogni settore è improntata sulla legittimità di tutto ciò che non è espressamente vietato (gli stessi codici civile e penale regolamentano espressamente ciò che costituisce sanzione o illecito, e non esistono invece articoli che ci specifichino ciò che al contrario è legale). Pertanto, se si sposasse la teoria che i corsi in modalità e-lerning non sono erogabili perché il decreto 81 non ne parla, bisognerebbe concludere che non sono erogabili neanche quelli in aula, perché in effetti nel decreto non è citata nemmeno l’aula.
La legittimità , in mancanza di espressa previsione legislativa, è riconosciuta praticamente da tutti: intere categorie professionali giudicano totalmente equiparabili i corsi sulla sicurezza on-line o in aula , tra cui i Geometri,Ingegneri,Architetti,Periti Agrari, che riconoscono anche i crediti formativi per i corsi a distanza in maniera analoga a quelli in aula.
1 parte

REQUISITI FORMATORI CORSI


A quali corsi si applica la nuova qualifica del formatore per la sicurezza?
Per rispondere correttamente è necessario ripercorrere l’iter normativo partendo dal testo unico Sicurezza e nello specifico dall’articolo 6 comma 8 che definisce i compiti della Commissione Consultiva Permanente che al punto m-bis recita “elaborare criteri di qualificazione della figura del formatore per la salute e sicurezza sul lavoro, anche tenendo conto delle peculiarità dei settori di riferimento”.
Se ci si ferma a questo solo punto, sembra che la qualificazione del formatore abbia valenza generale rispetto al tema della sicurezza e salute.

Gli accordi tra Stato, Regioni e Province autonome del 21/12/2011 che danno attuazione agli articoli 34 e 37 del d.lgs 81/08 contengono i requisiti dei docenti limitatamente ai corsi definiti da tali accordi.
Viene citato un futuro regime definitivo “in attesa della elaborazione della commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro dei criteri di qualificazionedella figura del formatore per la salute e sicurezza sul lavoro” e uno transitorio “dimostrare di possedere esperienza almeno triennale di insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro. L’esperienza professionale può consistere anche nello svolgimento per un triennio dei compiti di RSPP, anche con riferimento al datore di lavoro”.

Esistono altre norme in corso di validità che per altri tipi di corsi esprimono altri tipi di requisiti per i docenti formatori in ambito salute e sicurezza:
-Accordo Stato Regioni del 26/1/2006 relativo ai requisiti dei corsi per la formazione degli RSPP e ASPP, che è attualmente in fase di revisione. Al punto 4.2.2 comma b è riportato “dimostrare di possedere una esperienza almeno biennale, maturata in ambito prevenzione e sicurezza sul lavoro”.
-Accordo Stato Regioni del 22/2/2012 relativo all’'individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori: “2.1

ACCADEMIA ITALIANA SAPIENTI DEL SORI.
ATTIVITA

L’Accademia Italiana Sapientia organizza Corsi di Formazione ai Giovani, Formazione all’inserimento Sociale, Corsi di recupero Liceali, Universitari, Laureati per arrivare alla Conoscenza: Formazione al Senso dello Stato. Lezioni particolari alla Conoscenza dell’Essere e dell’Esistere: solo il Sapere ci rende liberi. Obiettivo primario della Formazione impartita è il rispetto delle leggi dello Stato come primo argomento e la crescita dell’Uomo, del benessere dell’Umanità in Europa e nel Mondo. Svolge attività di promozione alla Cultura e alla Conoscenza attraverso l’elaborazione e la diffusione di materiale ai Soci, la realizzazione di Convegni di Studio sui temi di carattere Etico, Sociale, Filosofico e Storico che coinvolgono il mondo dei Giovani, le Scuole, comprese le Università, Enti pubblici e privati, altre Organizzazioni e Associazioni Culturali. Tali attività sono la Formazione alla morale come forma di crescita Culturale, Sociale e Umana mediante la Conoscenza.
La quota associativa per il primo anno è di €.120,00(centoventi/00) e prevede nella quota un percorso formativo indirizzato alla Comunicazione e Formazione Utile in FaD integrata e collaborativa(Tutor e Mentor Cav.Prof.Ing.Salvatore Avanzato), un Corso in FaD di Formazione Generale dei Lavoratori o equiparati(Attestato di 4 ore di Formazione Generale ai sensi del D.Lgs. 81/08 art.37 T.U. Sicurezza - Accordo Stato Regioni del 2012) e uno sconto del 10% su tutti i Master in FaD ed Aula e Corsi anche professionalizzanti ove il prerequisito è il Diploma di Istruzione Secondaria Superiore(Addetto e Responsabile Serv. Prev. e Prot./Formatore D.I. 2013) o Diploma, Laurea Triennale e Magistrale(Coord. Sicurezza Cantieri).

CONFEDERAZIONE ISA INTESA SINDACATO AUTONOMO
MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVA

CONFEDERAZIONE ISA INTESA SINDACATO AUTONOMO nata nel 2002 e firmataria di 18 CCNL sulla P.M.I. depositati presso il CNEL(www.cnel.it) a Roma.
Ente di Formazione ; Sportello lavoro; Centro Caf; Patronato; Associazione di volontariato; Associazione per il Turismo Culturale sportivo; Biblioteca.
ISA INTESA SINDACATO AUTONOMO può vantarsi di avere ricevuto da parte di Confindustria di via dell’Astronomia in Roma il riconoscimento di sigla maggiormente rappresentativa.